Immagine articolo per 3 idee su come sopravvivere ad una separazione

3 idee su come sopravvivere ad una separazione

Come sopravvivere ad una separazione non è mai facile e non esiste una ricetta universale. Qui alcune idee per affrontarla e concentrarsi su se stessi.

Esistono diversi modi di reagire alla fine di un amore. Ognuno con il suo modo personale e distinto di affrontare le difficoltà. Chi non ha sofferto almeno una volta per la fine di una relazione. Ma il fallimento del matrimonio proprio non riesci a superarlo. Ti sembrava la persona che ti avrebbe accompagnato per tutta la vita e non riesci a fartene una ragione. Nessun problema, ecco alcuni piccoli suggerimenti su come sopravvivere ad una separazione.

1. Prendere le distanze

Se vuoi dimenticare al più presto il tuo o la tua ex, anche se la separazione si è conclusa in modo pacifico, ti conviene allontanarti da tutto quello che te lo ricorda, che può rievocare i momenti felici insieme e le cose belle che vi legavano. Preso atto che la storia è finita, è necessario ripartire da sé. Non è facile, ma se proprio non riesci a focalizzare la mente su nuovi obiettivi e su te, allora prendi un bel foglio di carta e concentrarti su una lista di cose che non ti sono mai piaciute e che hanno contribuito alla fine della relazione. Sarà stata la persona migliore al tuo fianco, ma adesso devi andare avanti, riportare alla mente tutti i ricordi positivi non ti aiuterà a rimetterti in piedi. Quando la lista è completa, fissa bene nella tua mente cosa hai scritto, accartoccia quel foglio e sistemalo con tutti gli oggetti che ti ricordano l’ex in un cartone e portalo altrove o buttalo via. Col tempo magari sarà necessario riprendere a parlare con il partner, soprattutto se avete bimbi, ma per un pò è meglio prenderne le distanze. 

2. Assumersi le proprie responsabilità

Dopo aver allontanato i ricordi dell’ex e provato a tenere a bada tutto il groviglio di sentimenti ed emozioni che provi, fermati un attimo su di te. In qualsiasi relazione la responsabilità del fallimento e del successo dipende da entrambi. Anche tu hai sicuramente la tua parte di “colpe”. Non permettere a nessuno di giudicare le tue scelte, ma al tempo stesso pensaci su qualche minuto, non per trascorrere il tempo a rimuginare sugli errori e a farti del male, ma per prenderne coscienza e migliorarti. Se non affronti il “problema” è molto probabile che rifletterai gli stessi comportamenti e tutte le situazioni irrisolte in qualunque rapporto successivo. Non chiuderti nel tuo dolore, ma se hai bisogno di parlare, cerca amici con cui confidarti o se preferisci rivolgiti ad un professionista. Prenditi tutto il tempo necessario, non avere fretta di risolvere la situazione, ogni “guarigione” avviene secondo i propri tempi e forzarli non ti aiuterà a star meglio. 

3. Avere cura di sé 

Esser catapultati all’improvviso in una vita completamente diversa in poche ore, destabilizza chiunque, ma dopo il momento della sofferenza arriva quello della ripresa. Prenditi cura di te, ritagliati momenti per fare quello che ti fa star bene, fai sport oppure esci, solo o con gli amici, ma ricomincia a respirare. Non perché la storia precedente necessariamente ti deve aver fatto male, ma se vi siete separati, hai bisogno di andare avanti e per farlo ti serve aria nuova, un nuovo vento che attraversi la tua vita. Se hai dei bambini ricorda che anche loro hanno bisogno di tutta la tua energia per poter superare la frattura della famiglia. Coraggio, sii forte, provare qualche senso di colpa è normale, ma poi basta…ogni passo che compi ti allontana dalla vecchia vita e te ne mostra un’altra, se sei disposto a farti sorprendere, ritroverai la gioia in un incontro, in una chiacchierata, in una nuova amicizia.  

Qualunque sia la tua storia personale e la sofferenza provata, il peggio è passato. Ognuno di noi merita una seconda possibilità, quindi non essere troppo duro con te stesso o con te stessa e conceditene un’altra.