Immagine articolo per Ritrovare se stessi “nell’isola dell’abbandono”

Ritrovare se stessi “nell’isola dell’abbandono”

Ritrovare se stessi partendo dal cuore del proprio dolore. “L’isola dell’abbandono” un libro di Chiara Gamberale per ritornare a vivere scoprendo l’amore vero.

Ci sono luoghi che raccontano storie, parlano di persone, custodiscono segreti e a volte misteri, narrano di amori e di dolori. L’isola di Naxos li racchiude tutti. Arianna abbandonata da Stefano, in quella che dovrebbe essere la sua vacanza d’amore, riporta alla mente un’altra Arianna, lasciata da Teseo sulla stessa isola. E questa isola è il punto di partenza e di ritorno della protagonista, per rimettere insieme i pezzi della sua storia, del suo passato, per trovare il punto che ha mandato in frantumi la sua anima. Ritornare sui posti del dolore per ritrovare se stessi, a chi non è mai capitato?

La trama

Arianna torna sull’isola di Naxos, che concentra tutto l’amore della sua vita. L’isola rappresenta per lei il posto dove dieci anni prima è stata piantata dall’amore della sua vita Stefano, dove incontra Di che le fa scoprire un nuovo modo di amare senza paure e le fa comprendere l’importanza di non fuggire. Il porto sicuro che molla per tornare a Roma dal suo amante, da cui aspetta suo figlio Emanuele. Un intreccio di storie e di relazioni che però la riportano sempre al punto di partenza e al cuore di tutti i suoi malesseri: l’abbandono.

Ritrovare se stessi non è mai facile, richiede fatica, tempo e ragione. Spesso, come Arianna, ci affanniamo a cercare la felicità e l’amore in luoghi e persone, senza accorgerci che quella chiave per essere felici e già dentro di noi, bisogna solo slegare il nodo che non permette alla vita di scorrere con serenità. Arianna quel nodo lo scioglie e scopre che l’amore che ha sempre cercato, adesso lo ha davanti ai suoi occhi. E tu sei pronto a sciogliere il tuo per essere felice? Un libro che emoziona e fa riflettere…buona lettura e buon cammino a tutti quelli che desiderano ritrovarsi!